La linfoadenite cervicale micobatterica, nota anche come scrofula, si riferisce a una linfoadenite dei linfonodi cervicali associati alla tubercolosi.

Scrofula è il termine usato per la linfoadenopatia del collo, di solito a causa di un’infezione nei linfonodi, nota come linfoadenite.

Può essere causato da micobatteri tubercolari o nontubercolari. Circa il 95% dei casi di scrofula negli adulti sono causati da Mycobacterium tuberculosis, il più delle volte in pazienti immunocomprosibili (circa il 50% della linfoadenopatia tubercolare cervicale).

Nei bambini immunocompetenti, la scrofula è spesso causata da micobatteri atipici (Mycobacterium scrofulaceum) e altri micobatteri nontubercolari (NTM). A differenza dei casi adulti, solo l’8% dei casi nei bambini sono tubercolare.

Scrofula Tubercolosi o Linfoadenopatia Tubercolare – Sintomi
I segni e i sintomi più usuali sono la comparsa di una massa cronica e indolore nel collo, che è persistente e di solito cresce con il tempo. La massa è indicata come un “ascesso freddo”, perché non c’è colore o calore locale di accompagnamento e la pelle sovrascrivere acquisisce un colore violaceo (bluastro-viola).

Le infezioni da NTM non mostrano altri sintomi costituzionali degni di nota, ma la scrofula causata dalla tubercolosi è solitamente accompagnata da altri sintomi della malattia, come febbre, brividi, malessere e perdita di peso in circa il 43% dei pazienti. Man mano che la lesione progredisce, la pelle viene aderendo alla massa e può rompersi, formando un seno e una ferita aperta.

Diagnosi
La diagnosi viene solitamente eseguita mediante biopsia dell’aspirazione dell’ago o biopsia ad azione escizionale della massa e dimostrazione istologica di batteri acido-veloci macchiabili in caso di infezione da M. tuberculosis (macchia di Ziehl-Neelsen), o la coltura di NTM utilizzando tecniche specifiche di crescita e colorazione.

Rimedi omeopatici e trattamento omeopatia per la tubercolosi della scrofula, linfoadenopatia tubercolare
L’omeopatia tratta la persona nel suo complesso. Significa che il trattamento omeopatico si concentra sul paziente come persona, così come sulla sua condizione patologica. I medicinali omeopatici vengono selezionati dopo un esame di individualizzazione completo e un’analisi del caso, che include la storia medica del paziente, la costituzione fisica e mentale, ecc. Una tendenza miasmatica (predisposizione/suscettibilità) viene spesso presa in considerazione anche per il trattamento delle condizioni croniche. I medicinali indicati di seguito indicano l’affinità terapeutica, ma questa non è una guida completa e definita al trattamento di questa condizione. I sintomi elencati contro ogni medicinale potrebbero non essere direttamente correlati a questa malattia perché nell’omeopatia vengono presi in considerazione anche i sintomi generali e le indicazioni costituzionali per la selezione di un rimedio. Per studiare uno dei seguenti rimedi in modo più dettagliato, si prega di visitare la nostra sezione Materia Medica. Nessuno di questi medicinali dovrebbe essere assunto senza una consulenza professionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *