Il Dr. Andrew Lange condivide un affascinante resoconto dei grandi insegnanti e amici che hanno influenzato la sua carriera, le sue esperienze con l’educazione omeopatica e le riflessioni sul rapporto tra omeopatia e naturopatia. Unisciti a lui in un ricco viaggio intrecciando storie di Alan Sutherland, Marion Belle Rood, Edward Whitmont, George Vithoulkas, Ananda Zaren, Misha Norland, una visita alla casa di famiglia di Carl Jung in Svizzera e altre istantanee della storia omeopatica.

~~~

Andrew Lange, ND, è un medico naturopatico autorizzato nello Stato della California. Ha insegnato a livello internazionale, tra cui come facoltà del College of Homeopathy di Londra, ed è stato presidente del Dipartimento di Medicina Omeopatica e supervisione del medico clinico presso la Bastyr University di Seattle. Attualmente è direttore del Lange Research Group e mantiene uno studio privato a Mill Valley, californiano. È specializzato nel trattamento di disturbi psicologici, cognitivi e dello sviluppo.

Il Dr. Lange è l’autore di Getting to the Root: Treating the Deepest Source of Disease (2002) e autore di A Textbook of Natural Medicine di Pizzorno and Murray and Panic: Origins, Insight and Treatment di Schmidt e Warner. Puoi saperne di più sul suo lavoro in www.AndrewLange.com.

AL: Ho sentito parlare per la prima volta di omeopatia quando stavo facendo un corso di erboristeria nel mio ultimo anno di liceo. L’istruttore ha detto che l’ospedale locale, lo Shadyside Hospital di Pittsburgh, era stato un ospedale omeopatico. Ha anche menzionato che il Flower Hospital di New York City era stato un ospedale omeopatico. Non mi ero reso conto che l’ospedale dei fiori prendeva il nome da una famiglia. Ho pensato che usavano fiori per curare persone gravemente malate, il che in realtà era il caso. In ogni caso, ha suscitato la mia immaginazione per scoprire un sistema di medicina naturale che è stato utilizzato negli ospedali.

LN: Certamente l’hai scoperto, e dalle migliori fonti. Hai studiato omeopatia con alcuni straordinari omeopati negli anni ’70 e ’80: Alan Sutherland, Marion Belle Rood e altri della loro generazione. Rappresentano un capitolo importante, anche se forse meno conosciuto, nella storia dell’omeopatia. Com’è stato per te?

AL: Per me i miei insegnanti erano come i nonni che non ho mai incontrato. Li amerò sempre. Non penso che tu possa sopravvalutare il valore di essere detto quando ti sbagli e di essere mostrato nel modo corretto. Credo fermamente nella necessità di una formazione clinica. Non vedo come puoi esercitarti senza di essa.

Il Dr. Alan Sutherland e il Dr. Marion Belle Rood rappresentavano due dei pochi lignaggi rimasti che risalgono alle origini dell’omeopatia. Il Dr. Sutherland frequentò la Hahnemann Medical School negli anni ’20. Tuttavia, la mancanza di una formazione omeopatica sufficiente nella scuola in quel momento lo portò a recarsi regolarmente nel Connecticut dove studiò con Herbert Roberts. Roberts era uno studente di Bernard Fincke e P. P. Wells, che erano membri fondatori della International Homeopathic Association, che definì l’omeopatia classica americana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *